- Castellabate si schiera contro la soppressione dell’ufficio dell’Agenzia delle entrate di Agropoli

24/10/2013

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze intende chiudere l’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate di Agropoli ed accorpare il servizio all’ufficio di Eboli.

Contro questa decisione la Giunta comunale di Castellabate ha votato una delibera con la quale chiede al Ministero di rivedere la sua decisione e s’impegna ad adottare qualsiasi provvedimento sarà necessario per evitare la chiusura.

L’ufficio territoriale di Agropoli, infatti, ha un bacino di utenza di ben 18 comuni, tra cui, oltre a Castellabate, comuni grandi come Capaccio e la stessa Agropoli. L’accorpamento con Eboli comporterebbe, di conseguenza, notevoli disagi per i cittadini cilentani.

«Le ragioni alla base dell’annunciata chiusura sono di ordine economico e dettate dalla necessità di ridurre i costi di gestione delle varie sedi, ma non tengono conto delle esigenze della popolazione e dei disagi che la chiusura dell’ufficio territoriale di Agropoli comporterà. – afferma il sindaco Costabile Spinelli – Con l’approvazione della delibera abbiamo preso una precisa posizione in merito e siamo pronti ad assumere qualsiasi iniziativa si renderà necessaria per scongiurare la chiusura dell’ufficio di Agropoli».