ANTONIO ONORATO NEW QUARTET

29/08/2019

SI CHIUDE LA RASSEGNA CASTELLABATE IL LUOGO DELL'INCANTO

ONORATO CASTELLABATE 2019

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si chiude il sipario sull’ottava edizione di “Castellabate il luogo dell’incanto”, rassegna di musica e spettacoli fortemente voluta dall’Assessorato al turismo e alla cultura del Comune di Castellabate.

Dopo i successi collezionati serata dopo serata, salgono sul palco allestito nella corte interna del Castello dell’Abate Antonio Onorato guitar, breath, Alessandro La Corte piano, keyboards, Giuseppe Arena bass, Mario De Paola, drums.

Giovedì 29 agosto alle ore 22 si esibirà “Antonio Onorato New Quartet”, una nuova interessante formazione che porta in tour il caratteristico sound solare mediterraneo del chitarrista partenopeo.

Questa volta si riparte dai suoni del primo cd “Gaga” fino ad arrivare a “Vesuvio Blues”, passando dalle atmosfere brasiliane agli indiani d’America, dal jazz al rock-blues, ma con la tradizione melodica napoletana sempre nel cuore. Antonio Onorato è entrato di diritto nella storia della chitarra italiana essendo anche l'unico musicista al mondo ad utilizzare la breath guitar, o chitarra a fiato, uno strumento rivoluzionario e futuristico. Nei suoi 26 album pubblicati ha saputo combinare linguaggi jazz-rock, tradizione napoletana con le musicalità afro-americane, medio-orientali e brasiliane, elaborando uno stile originale e sempre in evoluzione. Ha suonato in prestigiosi festival e teatri in tutto il mondo tra cui il “Blue Note” di New York e ha collaborato con Pino Daniele, Franco Cerri, Toninho Horta, James Senese, Enrico Rava e tanti altri.

L’Assessore al Turismo e alla Cultura Luisa Maiuri è soddisfatta dell’ottima riuscita dell’ottava edizione e commenta così l’appuntamento conclusivo: «Quattro musicisti d’eccezione calcheranno il nostro fortunato palco trasformando, ancora una volta, Castellabate nel luogo dell’incanto e il Castello dell’Abate nella location suggestiva per manifestazioni così importanti».